La produzione di energia

Gli impianti del Gruppo

Acea produce energia elettrica prevalentemente grazie ad impianti idroelettrici; una quota importante è prodotta da termovalorizzazione di pulper e Combustibile Solido Secondario - CSS, una fonte energetica primaria, derivata dai rifiuti e in parte rinnovabile.

La generazione da fonte idroelettrica (rinnovabile) e termoelettrica da fonte fossile – quest’ultima principalmente tramite l’impianto di cogenerazione ad alto rendimento, rinnovato nel 2017 – è affidata ad Acea Produzione; il parco generatori a disposizione della Società è composto da:

  • 7 centrali idroelettriche, localizzate nelle regioni Lazio e Abruzzo (122 MW),
  • 2 centrali termoelettriche ubicate nel territorio del Comune di Roma: Montemartini (78,3 MW) e Tor Di Valle (19,0 MW) 107, per 97,3 MWe complessivi di potenza istallata disponibile.

La società Acea Ambiente assicura la generazione di energia da termovalorizzazione di rifiuti con due termovalorizzatori, ubicati a San Vittore del Lazio e a Terni.
La potenza elettrica lorda complessiva attualmente disponibile è pari a circa 58 MWe.
Completa il quadro della potenza di generazione istallata un piccolo parco fotovoltaico di circa 8,5 MWe (si veda il grafico n. 43).

L’energia elettrica prodotta

Nel 2018, la produzione complessiva lorda di energia elettrica è stata di circa 968 GWh, in aumento rispetto all’anno precedente (+16% rispetto agli 838 GWh del 2017). L’incremento produttivo è dovuto, principalmente, all’attività entrata a pieno regime del nuovo modulo CAR di Tor di Valle e al contributo idroelettrico (quest’ultimo +25%).

La quota di energia elettrica generata da fonte rinnovabile, circa 696 GWh, è risultata nettamente predominante e pari a circa il 72% del totale, con i seguenti contributi:

  • 477 GWh dall’idroelettrico,
  • 190 GWh dalla termovalorizzazione,
  • 19 GWh da biogas (impianto di Orvieto) e
  • 10 GWh da fotovoltaico (si vedano grafico n. 42 e tabella n. 49).

Riguardo alla quota di energia verde da termovalorizzazione, circa il 49% della produzione da questa tipologia di impianto è rinnovabile, essendo associata alla combustione della frazione biodegradabile del rifiuto utilizzato come fonte primaria. In particolare, la quota rinnovabile del combustibile (CSS) in ingresso all’impianto di San Vittore del Lazio è risultata pari a circa il 51% del totale termovalorizzato, mentre nell’impianto di Terni tale quota è risultata intorno al 42%.

Grafico n. 42 – ENERGIA ELETTRICA PRODOTTA SUDDIVISA PER FONTE ENERGETICA PRIMARIA (TJ) (2018)

Grafico 42 - Energia elettrica prodotta suddivisa per fonte energetica primaria (TJ) (2018)

[107] La centrale di Tor Di Valle, storicamente costituita da un impianto di cogenerazione (19,3 MW) e un impianto a ciclo combinato (126 MW), ha messo fuori esercizio l’impianto a ciclo combinato, mentre ha rinnovato l’impianto di cogenerazione. Tor Di Valle è oggi costituita da un unico impianto di Cogenerazione ad Alto Rendimento (CAR), in funzione progressivamente a partire da 2017. Il 2018 è quindi il primo anno in cui ha funzionato a regime per 12 mesi.

L’energia termica prodotta

Nel corso del 2018 Acea Produzione ha proseguito il progetto di estensione della rete di teleriscaldamento nel comprensorio di Mezzocammino nella zona sud di Roma.
Presso la Centrale termoelettrica di Tor di Valle, dopo il completamento del progetto di ammodernamento, è stata generata energia termica per circa 98 GWh.
Il nuovo impianto, dotato di due motori a combustione interna ad alta efficienza di 9,5 MW ciascuno, ha ottenuto la qualifica CAR dal GSE.

Il calore generato è stato utilizzato per servire un bacino di circa 39.370 abitanti in zona sud di Roma (Mostacciano, Torrino, oltre al già citato Mezzocammino), attraverso una rete di teleriscaldamento che serve una volumetria pari a circa 3.590.632 metri cubi.

Tabella n. 47 - CALORE LORDO PRODOTTO DALLA CENTRALE DI TOR DI VALLE (2016-2018)

calore lordo prodotto (kWht)201620172018
Centrale Termoelettrica Tor di Valle90.027.82396.187.78098.375.640
modulo CAR (operativo da settembre 2017)n.d.34.917.43098.375.640
gruppo Turbina a Gas in Cogenerazione (gennaio-agosto 2017)13.172.35011.946.893 (*)0
caldaie ausiliarie (Galleri) (gennaio-agosto 2017)76.855.47349.323.157 (*)0

(*) Il vecchio impianto è stato in produzione fino ad agosto 2017. I dati sono relativi al periodo gennaio –agosto 2017. Nel 2018 la Centrale ha funzionato unicamente come impianto CAR.

[108] Il totale delle potenze installate includono gli impianti di Acea Produzione, i termovalorizzatori e l’impianto di Orvieto (Acea Ambiente) per la produzione di biogas.

Acea Produzione ha continuato a portare avanti l’attività di ammodernamento ed efficientamento degli impianti idroelettrici: dopo i lavori eseguiti in anni precedenti presso le Centrali Guglielmo Marconi, Salisano e Alessandro Volta, nel 2018 sono proseguiti i lavori di revamping per la Centrale idroelettrica Galileo Ferraris di Mandela, anch’essa in provincia di Roma.
L’insieme dei lavori consentirà, a parità di condizioni di potenza installata ed autorizzata in concessione, di ottimizzare l’utilizzo della risorsa idrica disponibile.

Tabella n. 48 – LE CENTRALI ELETTRICHE DI ACEA PRODUZIONE

centrali idroelettrichecentrali termoelettriche
Centrale A. Volta di Castel Madama (Roma) potenza lorda 9,4 MWCentrale Tor di Valle: sezione cogenerazione ad alto rendimento (CAR) (*) (Roma) combustibile metano - potenza lorda 19,0 MW
Centrale G. Ferraris di Mandela (Roma) potenza lorda 8,5 MWCentrale Montemartini (Roma) combustibile gasolio - potenza lorda 78,3 MW
Centrale Salisano (Rieti) potenza lorda 24,6 MW 
Centrale G. Marconi di Orte (Viterbo) potenza lorda 20,0 MW 
Centrale Sant’Angelo (Chieti) potenza lorda 58,4 MW 
Centrale Cecchina (Roma) potenza lorda 0,4 MW 
Centrale Madonna del Rosario (Roma) potenza lorda 0,4 MW 
totale generale: potenza lorda 219 MW

(*) L’impianto CAR di Tor Di Valle, che ha sostituito le vecchie sezioni di cogenerazione e ciclo combinato, fornisce il servizio di teleriscaldamento nella zona sud di Roma.

Le capacità installate, che ammontano, complessivamente, a circa 287 MW 108, sono rappresentate nel grafico n. 43, distinte per fonte energetica.

Grafico n. 43 – POTENZA ELETTRICA installata del Gruppo suddivisa per fonte energetica (MW) (2018)

Grafico 43 - Potenza elettrica istallata del gruppo suddivisa per fonte energetica (MW) (2018)

Acea Produzione ha continuato a portare avanti l’attività di ammodernamento ed efficientamento degli impianti idroelettrici: dopo i lavori eseguiti in anni precedenti presso le Centrali Guglielmo Marconi, Salisano e Alessandro Volta, nel 2018 sono proseguiti i lavori di revamping per la Centrale idroelettrica Galileo Ferraris di Mandela, anch’essa in provincia di Roma.
L’insieme dei lavori consentirà, a parità di condizioni di potenza installata ed autorizzata in concessione, di ottimizzare l’utilizzo della risorsa idrica disponibile.

Tabella n. 49 - ENERGIA ELETTRICA PRODOTTA (PER FONTE ENERGETICA PRIMARIA) (2016-2018)

fonte energetica primaria201620172018
 TJ (GWh) (*)
Energia elettricA prodotta (per fonte energetica primaria)
gasolio4,3 (1,2)7,7 (2,2)2,0 (0,6)
gas naturale (cogenerazione)32,0 (8,9)135,2 (37,6)261,9 (72,8)
waste to energy (per il 2018: circa il 51% del totale)562,3 (156,2)682,9 (189,7)718,4 (199,5)
totale termoelettrico 601,9 (167,2)825,8 (229,4)982,3 (272,9)
idro1.402,8 (389,7)1.369,7 (380,5)1.715,5 (476,5)
waste to energy (per il 2018: circa il 49% del totale)613,8 (170,5)700,2 (194,5)684,6 (190,2)
biogas59,8 (16,6)78,7 (21,9)67,1 (18,6)
solare fotovoltaico (**)39,2 (10,9)41,7 (11,6)36,7 (10,2)
totale rinnovabili 2.115,7 (587,7)2.190,4 (608,4)2.503,9 (695,5)
totale generale2.717,6 (754,9)3.016,4 (837,9)3.486,2 (968,4)

(*) 1 GWh= 3,6 TJ.
(**) Il fotovoltaico include la produzione presso impianti dell’area idrica (Acea Ato 2) e presso l’impianto di gestione dei rifiuti di Orvieto, per un totale di 1,5 GWh prodotti.

L’aumento dell’energia prodotta dalle Centrali idroelettriche, pari a circa il 25% rispetto al 2017, è dovuto principalmente alla maggiore piovosità registrata nell’anno e al fatto che ormai la maggior parte delle centrali idroelettriche hanno subito il revamping e lavorano meglio. Per quanto concerne l’energia termoelettrica, come accennato, l’incremento produttivo è dovuto all’entrata in produzione della Centrale Tor Di Valle; il suo ammodernamento, inoltre, ha ottimizzato il processo ed ha consentito di ridurre i consumi e le emissioni. A fronte, di un aumento dell’energia termoelettrica prodotta pari al 94%, infatti, i consumi di gas naturale sono aumentati solo del 34% e le emissioni di anidride carbonica del 27%.